HomeGuide immobiliariMutuoTassi usurari gennaio-marzo 2022

Tassi usurari gennaio-marzo 2022

Rilevazione dei tassi d’interesse effettivi globali medi ai fini della legge sull’usura.

Medie aritmetiche dei tassi sulle singole operazioni delle banche e degli intermediari finanziari non bancari, corretti per la variazione del valore medio del tasso applicato alle operazioni di rifinanziamento principali dell’Eurosistema.

L’Eurosistema è l’Autorità monetaria dell’area della moneta unica, costituita dalla Banca centrale europea e dalle banche centrali nazionali degli Stati membri che hanno adottato l’euro.

Sponsorizzato

Periodo di riferimento della rilevazione: 1° luglio – 30 settembre 2021.
Applicazione: dal 1° gennaio 2022 al 31 marzo 2022.

Il tasso soglia si ottiene aumentando d un quarto il tasso medio (+25%) e aggiungendo 4 unità.

Es: il tasso medio annuo di un mutuo ipotecario a tasso fisso è pari a 1,96. Dividiamo per 4 e otteniamo 0,49. Il tasso soglia sarà pari a : 1,96+0,49+4=6,45

Categorie di operazioni
CLASSI DI IMPORTO
in unità di euro
TASSI MEDI
su base annua
TASSI SOGLIA
su base annua
APERTURE DI CREDITO IN CONTO CORRENTE
fino a 5.000
oltre 5.000
10,30
7,65
16,8750
13,5625
SCOPERTI SENZA AFFIDAMENTO
fino a 1.500
oltre 1.500
14,96
14,58
22,7000
22,2250
FINANZIAMENTI PER ANTICIPI SU CREDITI E DOCUMENTI E SCONTO DI PORTAFOGLIO COMMERCIALE,
FINANZIAMENTI ALL?IMPORTAZIONE E ANTICIPO FORNITORI
fino a 50.000
da 50.000 a 200.000
oltre 200.000
6,84
4,89
2,93
12,5500
10,1125
7,6625
CREDITO PERSONALE
9,57
15,9625
CREDITO FINALIZZATO
9,05
15,3125
FACTORING
fino a 50.000
oltre 50.000
3,08
2,22
7,8500
6,7750
LEASING IMMOBILIARE
– A TASSO FISSO
– A TASSO VARIABILE

3,14
3,01

7,9250
7,7625
LEASING AERONAVALE E SU AUTOVEICOLI
fino a 25000
oltre 25.000
7,52
6,30
13,4000
11,8750
LEASING STRUMENTALE
fino a 25000
oltre 25.000
8,11
4,86
14,1375
10,0750
MUTUI CON GARANZIA IPOTECARIA
– A TASSO FISSO
– A TASSO VARIABILE

1,96
2,23

6,4500
6,7875
PRESTITI CONTRO CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO E DELLA PENSIONE
fino a 15.000
oltre 15.000
10,97
7,08
17,7125
12.8500
CREDITO REVOLVING
15,82
23,7750
FINANZIAMENTI CON UTILIZZO DI CARTE DI CREDITO
11,49
18,3625
ALTRI FINANZIAMENTI
11,06
17,8250
Tassi usurari gennaio-marzo 2022

Indice ISTAT agosto 2022

Indice ISTAT FOI definitivo provvisorio agosto 2022 : +8,1% L'indice ISTAT FOI di AGOSTO 2022 si porta a 113,2 con un aumento mensile del...
Sponsorizzato

Indice ISTAT gennaio 2022

Indice ISTAT gennaio 2022 (FOI definitivo) : 107,7 punti L'indice ISTAT DI GENNAIO 2022 per le rivalutazioni monetarie aumenta del +1,4% su base...

Indici ISTAT FOI 2022 per gli affitti

Ultimi indici ISTAT per le rivalutazioni monetarie. Nel mese di agosto 2022 l’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati,...

Indice ISTAT agosto 2022

Indice ISTAT FOI definitivo provvisorio agosto 2022 : +8,1% L'indice ISTAT FOI di AGOSTO 2022 si porta a 113,2 con un aumento mensile del...

Indice ISTAT luglio 2022

Indice ISTAT luglio 2022 : +7,8% L'indice ISTAT DI LUGLIO 2022 FOI definitivo si stima pari a 112,3 punti, in aumento del +0,4% su...

Indice ISTAT giugno 2022

Indice ISTAT giugno 2022 (FOI definitivo) : +7,8% L'indice ISTAT DI GIUGNO 2022 (FOI definitivo) si porta a 111,9 punti, in aumento del +1,2%...

Indice ISTAT maggio 2022

A maggio, dopo il rallentamento di aprile, l’inflazione torna ad accelerare salendo a un livello che non si registrava da marzo 1986 (quando fu pari a +7,0%). Gli elevati aumenti dei prezzi dei Beni energetici continuano a essere il traino dell’inflazione (con quelli dei non regolamentati in accelerazione) e le loro conseguenze si propagano sempre più agli altri comparti merceologici, i cui accresciuti costi di produzione si riverberano sulla fase finale della commercializzazione. Accelerano infatti i prezzi al consumo di quasi tutte le altre tipologie di prodotto, con gli Alimentari lavorati che fanno salire di un punto la crescita dei prezzi del cosiddetto “carrello della spesa” che si porta a +6,7%, come non accadeva dal marzo 1986 (quando fu +7,2%)

Indice ISTAT aprile 2022

La stima definitiva di aprile accentua il rallentamento dell’inflazione registrato dai dati preliminari. Tale dinamica è imputabile per lo più all’inclusione del bonus energia (elettricità e gas) nel calcolo degli indici dei prezzi al consumo, resa possibile dalla disponibilità di stime sulla platea dei beneficiari (estesa dal primo aprile fino a comprendere circa 5 milioni di famiglie, 3 per il bonus elettricità e 2 per il bonus gas, con valenza retroattiva dal primo gennaio 2022). Le tensioni inflazionistiche continuano tuttavia a diffondersi ad altri comparti merceologici, quali i Beni durevoli e non durevoli, i Servizi relativi ai trasporti e gli Alimentari lavorati, con la crescita dei prezzi del cosiddetto “carrello della spesa” che si porta a +5,7%
Sponsorizzato