HomeFiscoRavvedimento operoso

Ravvedimento operoso

Il ravvedimento operoso fu introdotto nell’articolo 13 del Decreto legislativo del 18 dicembre 1997 n. 472. Il decreto alleggerisce le sanzioni previste in caso di violazioni tributarie.

Con le nuove norme si può rimediare a errori o mancati e parziali pagamenti dei tributi amministrati dall’Agenzia delle Entrate. Occorre però che il ravvedimento sia spontaneo e che non si siano ricevute notifiche relative dagli uffici dell’Agenzia, anche a seguito di controlli automatizzati.

Sponsorizzato

Il ravvedimento operoso vale per ogni tipo di violazione, permettendo di regolarizzare la propria posizione fiscale con una forte riduzione delle sanzioni, altrimenti molto onerose.

Al ravvedimento operoso si somma Il decreto legislativo n. 158/2015 che ha dimezzato le sanzioni ordinarie per pagamenti effettuati entro 90 giorni dalla scadenza.

Ulteriore riduzione della sanzione ordinaria per i pagamenti effettuati entro il quindicesimo giorno dalla scadenza. Si paga infatti 1/15 per ogni giorno di ritardo.

Sponsorizzato

Come sempre, anche qui il tempo è denaro: prima di ravvediamo, meno paghiamo, Gli sconti sono molto importanti già nella stesura originale, incrementati di un altro 50% con l’ultima normativa se il pagamento avviene entro i 90 giorni.

Infatti si ottengono queste riduzioni della sanzione

  •  a 1/10 del minimo, nei casi di mancato pagamento del tributo o di un acconto, se il ravvedimento operoso è eseguito entro 30 giorni rispetto alla scadenza.
  •  a 1/9 del minimo se si paga entro il novantesimo.
  • a 1/8 del minimo,, entro un anno dall’omissione o dall’errore.
  • a 1/7 del minimo, solo per i tributi amministrati dall’Agenzia delle Entrate (quindo non per l’IMU, TASI e gli altri  tributi amministrati da enti locali) per ravvedimenti entro entro i due anni dalla data della scadenza.
  • a 1/6 del minimo, solo per i tributi amministrati dall’Agenzia delle Entrate, oltre due anni dall’omissione o dall’errore.
  • 1/5 del minimo, se il ravvedimento operoso avviene dopo la constatazione della violazione.
  • 1/10 del minimo se il ravvedimento viene fatto entro i novanta giorni. Questa disposizione riguarda anche l’imposta di registro.

Pagamento imposta di registro entro 30 giorni

Se si paga l’imposta di registro entro 30 giorni dalla scadenza dovremo pagare, oltre naturalmente all’imposta, una sanzione pari al’1,5% dell’imposta stessa oltre agli interessi legali per il periodo di ritardo.

Pagamento imposta di registro entro 15 giorni

Se si paga entro i 15 giorni la sanzione viene ulteriormente ridotta allo 0,1% per ogni giorno di ritardo.

Sponsorizzato

Indice ISTAT gennaio 2023

Indice Istat NIC provvisorio di gennaio 2023 L'indice ISTAT NIC provvisorio del mese di gennaio 2023, viene stimato dall'ISTAT a 119,2 punti con un aumento...

Consigliati

Calcolo superficie commerciale

Non esiste un metodo unico per il calcolo della superficie commerciale di un immobile. Immoplus usa quello suggerito da Tecnoborsa che è diventato lo standard di fatto in materia. La sensibilità e l'esperienza dell'operatore possono fare la differenza nella corretta determinazione della superficie commerciale che altro non è che la sintesi del contributo che le varie superfici danno al valore di un immobile.

Tasso interessi legali

Tasso interessi legali 2023 in scontato forte aumento rispetto al 2022. Passa infatti dal +1,25% al +5,00%.

La trascrizione del preliminare

La trascrizione del preliminare è sempre una buona idea. L'immobile diventa inattaccabile da iscrizioni e trascrizione nel periodo che precede il rogito e, in caso di fallimento del costruttore, ci rende creditori privilegiati. Un piccolo costo in più, ma una grande assicurazione per il futuro

Riacquisto prima casa

Se decidiamo di vendere un immobile per il quale abbiamo usufruito delle agevolazioni "prima casa" per riacquistarne un altro,non è detto che dovremo pagare di novo le imposte sull'acquisto. Potremo infatti scontare le nuove imposte con quanto pagato nell'acquisto precedente..

Calcolo piano ammortamento mutuo

Il piano di ammortamento Il piano di ammortamento del mutuo è il prospetto dell'andamento del  rimborso del mutuo, rata per rata. Nel prospetto, costituito da...

Richiesta aggiornamento affitto

La richiesta dell'aggiornamento dell'affitto va effettuata tramite lettera raccomandata o comunicazione equivalente (posta elettronica certificata, consegna a mano con firma di ricevuta). Questa modalità è...

Tassazione compravendita immobiliare

Tmposte acquisto casa. Tassazione compravendita immobiliare. Guida compravendita immobiliare. Imposte acquisto casa dovute dall'acquirente. Tassazione vendite immobiliari
Sponsorizzato

Indice ISTAT gennaio 2022

Indice ISTAT gennaio 2022 (FOI definitivo) : 107,7 punti L'indice ISTAT DI GENNAIO 2022 per le rivalutazioni monetarie aumenta del +1,4% su base...

Indici ISTAT FOI 2023 per gli affitti

Ultimi indici ISTAT per le rivalutazioni monetarie. L'ISTAT ha diffuso i dati provvisori relativi ai prezzi al consumo del mese di gennaio 2023. Gennaio 2023 apre...

Indice ISTAT gennaio 2023

Indice Istat NIC provvisorio di gennaio 2023 L'indice ISTAT NIC provvisorio del mese di gennaio 2023, viene stimato dall'ISTAT a 119,2 punti con un aumento...

Indice ISTAT dicembre 2022

Indice Istat FOI definitivo di dicembre 2022 L'indice ISTAT FOI definitivo del mese di dicembre 2022, utilizzabile per le rivalutazioni monetarie, si porta a 118,2...

Indice ISTAT NOVEMBRE 2022

Indice ISTAT FOI definitivo novembre 2022 L'indice ISTAT FOI definitivo per le rivalutazioni monetarie del mese di novembre 2022 si porta a 117,9 punti con...

Indice ISTAT OTTOBRE 2022

Indice ISTAT FOI definitivo OTTOBRE 2022 : +11,5% L'indice ISTAT FOI definitivo del mese di ottobre 2022 si porta a 117,2 punti con un...

Indice ISTAT settembre 2022

Indice ISTAT FOI definitivo settembre 2022 : +8,6% L'indice ISTAT FOI definitivo del mese di settembre 2022 si porta a 113,5 punti con un...
Sponsorizzato
<7div>