A febbraio 2024 l’ISTAT rileva lievi flessioni dei prezzi alla produzione delle costruzioni degli edifici residenziali e non residenziali: su base mensile, infatti, scendono del -0,3%, mentre è più consistente il calo rispetto a febbraio 2023: -0,6%. e dello 0,6% su base annua (era -0,5% a gennaio).

Variazioni percentuali dei prezzi di febbraio 2024

TipologiaVariazione congiunturaleVariazione tendenziale
Tutti gli edifici-0,3%-0,6%
Edifici residenziali-0,3%+0,1%
Edifici non residenziali-0,3%-1,7%

Per determinare l’indice generale del prezzo alla produzione delle costruzioni l’ISTAT calcola la media pesata di:

  • Costi diretti
    • manodopera
    • materiali
    • trasporti e noli
  • Spese generali
    • telecomunicazioni
    • vigilanza ed investigazione
    • attività postali e di corriere
    • produzione software
    • elaborazione dati
    • consulenza legale
    • contabilità
    • controllo e revisione contabile
    • servizi di pulizia
  • Margine di profitto del costruttore

Non è inclusa l’IVA, i costi del suolo, di progettazione, di direzione dei lavori e il margine di profitto del committente.

Fonte: ISTAT