HomeFiscoAgevolazioni fiscaliIMU e TASI ridotte per comodati a figli e genitori

IMU e TASI ridotte per comodati a figli e genitori

Agevolazione IMU e TASI per comodati ai figli

Imu e Tasi ridotte del 50% per gli immobili non di lusso o delle categorie catastali A/1, A/8, A/9, concessi in comodato d’uso a figli o genitori. La norma è stata inserita nell’articolo 1, comma 10, della legge di stabilità 2016 (Legge 28 dicembre 2015, n. 208), ma alle seguenti condizioni.

  1. Il contratto di comodato deve essere registrato.
  2. il comodante (il proprietario dell’abitazione) possieda un solo immobile in Italia o anche un secondo, che deve essere però la sua residenza abituale e non appartenere alle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.
  3. il comodante deve avere la residenza anagrafica e la dimora abituale nello stesso comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato.
  4. L’abitazione deve essere utilizzata, dai figli o dai genitori ai quali è stata concessa in comodato d’uso, come abitazione principale.

Come ottenere la riduzione IMU e TASI

La prima cosa da fare, dunque, è registrare il comodato d’uso. La registrazione va fatta utilizzando il vecchio modello 69 dell’Agenzia delle Entrate. Il modello 69 va compilato in duplice copia e presentato all’ufficio, Anche in questo caso è possibile procedere alla registrazione on line, tramite i servizi telematici offerti dall’Agenzia.

Sponsorizzato

Sono ammessi alle agevolazioni i comodati concessi con accordi solo verbali (non è obbligatorio, quindi, il contratto scritto). Anche i contratti di comodato verbali, però, devono essere registrati. Nel modello 69 dovrà essere indicato, alla voce “tipologia dell’atto”, “Contratto verbale di comodato”.

L’agevolazione IMU e TASI decorre dalla data di stipula del contratto e non dalla data di registrazione.

Indice ISTAT settembre 2022

Indice ISTAT NIC provvisorio settembre 2022 : +--% L'indice ISTAT NIC provvisorio del mese di settembre 2022 si stima a 115,7 punti con un...
Sponsorizzato

Indice ISTAT gennaio 2022

Indice ISTAT gennaio 2022 (FOI definitivo) : 107,7 punti L'indice ISTAT DI GENNAIO 2022 per le rivalutazioni monetarie aumenta del +1,4% su base...

Indici ISTAT FOI 2022 per gli affitti

Ultimi indici ISTAT per le rivalutazioni monetarie. Nel mese di agosto 2022 l’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati,...

Indice ISTAT agosto 2022

Indice ISTAT FOI definitivo agosto 2022 : +8,1% L'indice ISTAT FOI di AGOSTO 2022 si porta a 113,2 con un aumento mensile del +0,8%...

Indice ISTAT settembre 2022

Indice ISTAT NIC provvisorio settembre 2022 : +--% L'indice ISTAT NIC provvisorio del mese di settembre 2022 si stima a 115,7 punti con un...

Indice ISTAT luglio 2022

Indice ISTAT luglio 2022 : +7,8% L'indice ISTAT DI LUGLIO 2022 FOI definitivo si stima pari a 112,3 punti, in aumento del +0,4% su...

Indice ISTAT giugno 2022

Indice ISTAT giugno 2022 (FOI definitivo) : +7,8% L'indice ISTAT DI GIUGNO 2022 (FOI definitivo) si porta a 111,9 punti, in aumento del +1,2%...

Indice ISTAT maggio 2022

A maggio, dopo il rallentamento di aprile, l’inflazione torna ad accelerare salendo a un livello che non si registrava da marzo 1986 (quando fu pari a +7,0%). Gli elevati aumenti dei prezzi dei Beni energetici continuano a essere il traino dell’inflazione (con quelli dei non regolamentati in accelerazione) e le loro conseguenze si propagano sempre più agli altri comparti merceologici, i cui accresciuti costi di produzione si riverberano sulla fase finale della commercializzazione. Accelerano infatti i prezzi al consumo di quasi tutte le altre tipologie di prodotto, con gli Alimentari lavorati che fanno salire di un punto la crescita dei prezzi del cosiddetto “carrello della spesa” che si porta a +6,7%, come non accadeva dal marzo 1986 (quando fu +7,2%)
Sponsorizzato