HomeGuide immobiliariCompravenditaFallimenti immobiliari Obblighi del costruttore

Fallimenti immobiliari Obblighi del costruttore

La nuova legge sui fallimenti immobiliari

A tutela di chi compra un immobile direttamente dal costruttore dal 21 luglio del 2005 è in vigore la nuova legge sui fallimenti immobiliari, il Decreto Legislativo Dlgs 122 Il decreto introduce l’obbligo, per i costruttori e comunque anche per gli imprenditori che vendono immobili costruiti da terzi, di fornire ai loro acquirenti “persone fisiche” apposite garanzie contro i fallimenti immobiliari.

Crack costruttore le garanzie

Si ricorda che la,nuova normativa non si applica alle costruzioni in corso prima dell’entrata in vigore del decreto.

Sponsorizzato

La nuova normativa riguarda qualsiasi tip di immobile in costruzione o da costruire. Sono inclusi quindi i negozi, gli uffici, magazzini, capannoni, ecc..

I tre obblighi del costruttore

  1. Consegna all’acquirente di una fideiussione bancaria o assicurativa a copertura dei pagamenti effettuati prima del rogito.
  2. Assicurazione decennale a copertura dei danni in caso di vizi o deterioramento dell’immobile.
  3. Inserimento nei contratti delle specifiche dettagliate della costruzione, dallo sviluppo alla realizzazione, in modo da fornire all’acquirente la più completa informazione possibile sull’immobile.

1. La fideiussione al preliminare.

Il cliente che stipula un preliminare per l’acquisto di un immobile dal costruttore si vede ora garantito, tramite una fideiussione bancaria o assicurativa, per le somme versate al costruttore prima del rogito. In questo modo, in caso di fallimento prima del rogito, non vedrà andare perso quanto già versato prima di diventare proprietario. I contratti non garantiti da fideiussione sono nulli.

2. Assicurazione decennale

Il costruttore ha ora l’obbligo di rilasciare una polizza assicurativa decennale a copertura dell’eventuale deterioramento precoce e dei vizi costruttivi dell’immobile.

3. Specifiche dettagliate della costruzione

Nel contratto dovranno essere specificate dettagliatamente le caratteristiche tecniche della costruzione, i tempi massimi previsti per la costruzione e la consegna..

Pagamenti

E’ possibile pagare solo tramite bonifico bancario o versamenti diretti su conto corrente bancario o postale.

Ti potrebbe interessare anche:
Gli annunci immobiliari garantiti dal notaio, cos’è la revocatoria fallimentare, e la responsabilità dell’agente immobiliare.

Indice ISTAT settembre 2022

Indice ISTAT NIC provvisorio settembre 2022 : +--% L'indice ISTAT NIC provvisorio del mese di settembre 2022 si stima a 115,7 punti con un...
Sponsorizzato

Indice ISTAT gennaio 2022

Indice ISTAT gennaio 2022 (FOI definitivo) : 107,7 punti L'indice ISTAT DI GENNAIO 2022 per le rivalutazioni monetarie aumenta del +1,4% su base...

Indici ISTAT FOI 2022 per gli affitti

Ultimi indici ISTAT per le rivalutazioni monetarie. Nel mese di agosto 2022 l’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati,...

Indice ISTAT agosto 2022

Indice ISTAT FOI definitivo agosto 2022 : +8,1% L'indice ISTAT FOI di AGOSTO 2022 si porta a 113,2 con un aumento mensile del +0,8%...

Indice ISTAT settembre 2022

Indice ISTAT NIC provvisorio settembre 2022 : +--% L'indice ISTAT NIC provvisorio del mese di settembre 2022 si stima a 115,7 punti con un...

Indice ISTAT luglio 2022

Indice ISTAT luglio 2022 : +7,8% L'indice ISTAT DI LUGLIO 2022 FOI definitivo si stima pari a 112,3 punti, in aumento del +0,4% su...

Indice ISTAT giugno 2022

Indice ISTAT giugno 2022 (FOI definitivo) : +7,8% L'indice ISTAT DI GIUGNO 2022 (FOI definitivo) si porta a 111,9 punti, in aumento del +1,2%...

Indice ISTAT maggio 2022

A maggio, dopo il rallentamento di aprile, l’inflazione torna ad accelerare salendo a un livello che non si registrava da marzo 1986 (quando fu pari a +7,0%). Gli elevati aumenti dei prezzi dei Beni energetici continuano a essere il traino dell’inflazione (con quelli dei non regolamentati in accelerazione) e le loro conseguenze si propagano sempre più agli altri comparti merceologici, i cui accresciuti costi di produzione si riverberano sulla fase finale della commercializzazione. Accelerano infatti i prezzi al consumo di quasi tutte le altre tipologie di prodotto, con gli Alimentari lavorati che fanno salire di un punto la crescita dei prezzi del cosiddetto “carrello della spesa” che si porta a +6,7%, come non accadeva dal marzo 1986 (quando fu +7,2%)
Sponsorizzato