HomeGuide immobiliariDonazioneDonazione Immobiliare

Donazione Immobiliare

Imposte sulla donazione immobiliare

Anche le donazioni immobiliari sono soggette a imposte. Poiché si tratta di un trasferimento del diritto di proprietà l’atto deve essere predisposto da un notaio che provvederà alla liquidazione delle imposte, ricevendo l’importo direttamente dal donante contestualmente alla sottoscrizione.

Aliquote imposta donazione immobili

Le aliquote per calcolare l’imposta sulla donazione di immobili sono tre. Variano a seconda del grado di parentele fra donante e donatario (colui che riceve in dono l’immobile).

  • 4% con una franchigia di 1.000.000 di euro per coniugi e parenti in linea retta. La franchigia vale per ciascun donatario. il 4% si applica quindi solo sull’eccedente il milione di euro.
  • 6% per fratelli e sorelle con franchigia di 100.000 euro. Il 6% si applica quindi solo al valore eccedente i 100.000 euro.
  • 6% senza alcuna franchigia per i parenti fino al 4° grado, per tutti gli affini in linea retta. Sono compresi anche gli affini per linea collaterale, ma solo fino al 3° grado.
  • 8%. Se non ci sono gradi di parentela come nei casi precedenti. Anche in questo caso non c’è franchigia e l’aliquota si applica quindi sul totale.
ATTENZIONE: l’importo della franchigia è elevato a 1.500.000 euro per le persone con handicap riconosciuto grave.

La base imponibile per il calcolo dell’imposta sulle donazioni

Sponsorizzato

L’imposta sulla donazione di immobili si calcola sulla base imponibile costituita dalla rendita catastale rivalutata del 5% e quindi moltiplicata per:

  • 110 se il donatario ha diritto alle agevolazioni “prima casa“.
  • 120 se l’immobile rientra nei gruppi catastali A e C esclusi gli A/10 (studi e uffici) e C/1 (negozi e botteghe).
  • 140 per gli immobili del gruppo B (edifici pubblici).
  • 60 per gli A/10 (uffici e studi privati) e quelli del gruppo D (destinazione speciale come industrie, alberghi, cinema, case di cura a fine di lucro, banche, impianti sportivi….)
  • • 40,8 se l’immobile è del gruppo C/1 (negozi e botteghe) o E (stazioni, porti, chiese…).

Donazione terreno edificabile

Se la donazione immobiliare ha per oggetto un terreno edificabile occorre prendere il suo reddito dominicale, rivalutarlo del 25% ( si moltiplica, cioè, per 1,25) e quindi moltiplicare il valore ottenuto per 90. Volendo fare in un unico passaggio, basta moltiplicare per 112,5.

Riepilogo imposte donazione immobili

PARENTELA
IMPOSTA DONAZIONE
IMPOSTA IPOTECARIA
IMPOSTA CATASTALE
IMPOSTA DI REGISTRO
Coniugi e parenti in linea retta (genitori, figli)
4% sulla quota ereditata con franchigia di 1.000.000 di euro
2% sulla quota ereditata
1% sulla quota ereditata
€ 200, non dovuta se la donazione è inferiore alla franchigiaprima casa€ 200, non dovuta se la donazione è inferiore alla franchigia
Sorelle e fratelli
6% sulla quota ereditata con franchigia di 100.000 euro
2% sulla quota ereditata
1% sulla quota ereditata
€ 200, non dovuta se la donazione è inferiore alla franchigia
Parenti fino al 4° grado e affini fino al3°
6% sulla quota ereditata
2% sulla quota ereditata
1% sulla quota ereditata
€ 200
Tutti gli altri
8% sulla quota ereditata
2% sulla quota ereditata
1% sulla quota ereditata
€ 200

Franchigia di 1.500.000.euro se il donatario è portatore di handicap.

Imposte donazione immobili con agevolazione “prima casa”

PARENTELA
IMPOSTA DONAZIONE
IMPOSTA IPOTECARIA
IMPOSTA CATASTALE
IMPOSTA DI REGISTRO
Coniugi e parenti in linea retta (genitori, figli)
4% sulla quota ereditata con franchigia di 1.000.000 di euro
€ 200
€ 200
€ 200, non dovuta se la donazione è inferiore alla franchigia0
Sorelle e fratelli
6% sulla quota ereditata con franchigia di 100.000 euro
€ 200
€ 200
€ 200, non dovuta se la donazione è inferiore alla franchigia
Parenti fino al 4° grado e affini fino al3°
6% sulla quota ereditata
€ 200
€ 200
€ 200
Tutti gli altri
8% sulla quota ereditata
€ 200
€ 200
€ 200

Anche in questo caso franchigia di 1.500.000 per i portatori di handicap.

Se si fosse beneficiato delle agevolazioni prima casa per una donazione immobiliare è sempre possibile usufruirne in caso di successivo acquisto di un immobile a titolo oneroso. Non si può, invece, usufruirne per un’altra donazione immobiliare, sempre che non si tratti di quote dello stesso immobile.

Indice ISTAT agosto 2022

Indice ISTAT FOI definitivo provvisorio agosto 2022 : +8,1% L'indice ISTAT FOI di AGOSTO 2022 si porta a 113,2 con un aumento mensile del...
Sponsorizzato

Indice ISTAT gennaio 2022

Indice ISTAT gennaio 2022 (FOI definitivo) : 107,7 punti L'indice ISTAT DI GENNAIO 2022 per le rivalutazioni monetarie aumenta del +1,4% su base...

Indici ISTAT FOI 2022 per gli affitti

Ultimi indici ISTAT per le rivalutazioni monetarie. Nel mese di agosto 2022 l’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati,...

Indice ISTAT agosto 2022

Indice ISTAT FOI definitivo provvisorio agosto 2022 : +8,1% L'indice ISTAT FOI di AGOSTO 2022 si porta a 113,2 con un aumento mensile del...

Indice ISTAT luglio 2022

Indice ISTAT luglio 2022 : +7,8% L'indice ISTAT DI LUGLIO 2022 FOI definitivo si stima pari a 112,3 punti, in aumento del +0,4% su...

Indice ISTAT giugno 2022

Indice ISTAT giugno 2022 (FOI definitivo) : +7,8% L'indice ISTAT DI GIUGNO 2022 (FOI definitivo) si porta a 111,9 punti, in aumento del +1,2%...

Indice ISTAT maggio 2022

A maggio, dopo il rallentamento di aprile, l’inflazione torna ad accelerare salendo a un livello che non si registrava da marzo 1986 (quando fu pari a +7,0%). Gli elevati aumenti dei prezzi dei Beni energetici continuano a essere il traino dell’inflazione (con quelli dei non regolamentati in accelerazione) e le loro conseguenze si propagano sempre più agli altri comparti merceologici, i cui accresciuti costi di produzione si riverberano sulla fase finale della commercializzazione. Accelerano infatti i prezzi al consumo di quasi tutte le altre tipologie di prodotto, con gli Alimentari lavorati che fanno salire di un punto la crescita dei prezzi del cosiddetto “carrello della spesa” che si porta a +6,7%, come non accadeva dal marzo 1986 (quando fu +7,2%)

Indice ISTAT aprile 2022

La stima definitiva di aprile accentua il rallentamento dell’inflazione registrato dai dati preliminari. Tale dinamica è imputabile per lo più all’inclusione del bonus energia (elettricità e gas) nel calcolo degli indici dei prezzi al consumo, resa possibile dalla disponibilità di stime sulla platea dei beneficiari (estesa dal primo aprile fino a comprendere circa 5 milioni di famiglie, 3 per il bonus elettricità e 2 per il bonus gas, con valenza retroattiva dal primo gennaio 2022). Le tensioni inflazionistiche continuano tuttavia a diffondersi ad altri comparti merceologici, quali i Beni durevoli e non durevoli, i Servizi relativi ai trasporti e gli Alimentari lavorati, con la crescita dei prezzi del cosiddetto “carrello della spesa” che si porta a +5,7%
Sponsorizzato